• Brembella
  • Cornello dei Tasso
  • Bretto
  • Cespedosio
  • Era
  • Orbrembo
  • Monte Venturosa
  • Museo dei Tasso e della Storia Postale
  • Via Porticata - Cornello dei Tasso

Attività

 
Già prima dell’apertura del Museo, il Comune di Camerata Cornello con altri enti e istituzioni private si sono interessati alla valorizzazione del borgo e della storia dei Tasso “mastri di posta” attraverso l’organizzazione di diverse iniziative che risvegliarono l’attenzione verso l’attività e i personaggi di questa sfaccettata famiglia.
 
Dopo la sua apertura il Museo, ha stretto rapporti di collaborazione con l’Archivio Centrale dei Principi Thurn und Taxis di Regensburg , che ha portato a importanti scambi culturali e ha permesso l’accesso, agli studiosi del Museo, alla vastissima documentazione conservata nell’Archivio. 
Dal 1993, grazie all’emissione delle Poste Italiane di una serie di cinque francobolli su “I Tasso e la Storia Postale”, il Museo è gemellato con il Museo Postale del Ministero. Da questa associazione, il Museo ha avuto in deposito alcuni reperti di notevole valore, come alcuni esempi di telegrafi e telefoni, oggi visibili nello Spazio 3.
 
A partire dal 2000, l’attività museale si è indirizzata alla promozione di una serie di ricerche di documenti tassiani conservati negli archivi italiani ed esteri. Questa attività ha portato alla pubblicazione, sostenuta dall’Unione Europea, della collana “Documenti e ricerche” per l’approfondimento storico sulla famiglia Tasso e la loro attività. Della collana fanno parte i libri “I Tasso e le Poste Pontificie”, “La Mariegola della Compagnia dei Corrieri della Serenissima Signoria”, “I Tasso del Bretto” e “Simone Tasso e le poste di Milano nel Rinascimento”, quest’ultimo ha ottenuto la medaglia d’oro allo Stampshow 2009 di Pittsburg, al Chicagopex 2009 e al Napex di Washington 2010 dove ha vinto anche il titolo di Reserve Grand Award.
 
Nel 2002 il Museo ha iniziato a collaborare con l’ “Associazione per lo Studio della Storia Postale di Padova” portando così, su Cornello e sul Museo, l’attenzione dei maggiori studiosi di storia postale a livello internazionale, oltre che di appassionati cultori di filatelia e prefilatelia. Dal 2007, questo interessamento si è trasformato nell’organizzazione, nel borgo di Cornello, delle “Giornate tassiane”, un momento di confronto per gli studiosi e i collezionisti.
 
Il 10 dicembre 2007 il Museo ha ottenuto il riconoscimento della Regione Lombardia nell’ambito del secondo accreditamento dei Musei e delle Raccolte museali lombarde.
 
Dal 2012 è partito il Progetto Tasso 2012-2018”. Si tratta di un programma di lavoro di ricerca che prevede la pubblicazione di quattro volumi  che continuano e approfondiscono la storia della famiglia Tasso e del servizio postale.